Calciomercato 2014 - Il Pagellone ai diesse di Serie B. 6,5 per Varini

03.09.2014 19:00 di Redazione TPV Twitter:   articolo letto 1105 volte
Fonte: TuttoB
© foto di Antonio Vitiello/TuttoMercatoWeb.com
Calciomercato 2014 - Il Pagellone ai diesse di Serie B. 6,5 per Varini

Finito il mercato da circa ventiquattro ore, è tempo di pagelle per gli operatori di mercato. In attesa di una (meritata) vacanza dopo tre mesi di incontri, summit, trattative ed affari conclusi: ecco i promossi, i bocciati e i rimandati a gennaio della Serie B. Giudizi legati alle operazioni condotte in sede di calciomercato e che il campo potrà magari ribaltare.

Avellino (ds De Vito): idee chiare e acquisti chiusi entro l'inizio di agosto. Kone, Ely, Gomis e Comi sono certezze per la categoria; mentre Petricciuolo e Arrighini hanno tutto per diventare possibili rivelazioni del torneo. Anche quest'anno in Irpinia hanno mostrato notevoli competenze sui migliori giovani esteri: occhio a Soumarè... VOTO 7,5

Bari (ds Antonelli): De Luca e Donati sono botti da copertina. In difesa forse sarebbe servito un leader più esperto e affidabile di Contini, ormai in parabola discendente. L'obiettivo è la Serie A, l'organico è più da Playoff che da vittoria del campionato. VOTO 7

Bologna (ds Fusco): tanta voglia di fare e idee brillanti. In casa felsinea, nonostante l'immobilismo e le traversie societarie, si sono dati da fare, pescando dalla massima serie rinforzi esperti e decisivi. Fusco con l'aiuto del consulente Righi ha chiuso innesti importanti come Maietta, Matuzalem e Cacia. VOTO 7

Brescia (ds Iaconi): le trattative per la vendita del club non hanno aiutato gli operatori di mercato delle Rondinelle, costretti a barcamenarsi con quello che passava il convento. La conferma di Caracciolo e l'innesto last-minute di Bentivoglio le note più liete del trimestre mercantile. VOTO 5,5

Carpi (ds Giuntoli): quella vecchia volpe di Giuntoli temporeggia sino all'ultima settimana d'agosto per portare a casa rinforzi di spessore come Suagher e Laner. Una scelta che lo premia e permette alle casse biancorosse investimenti contenuti. L'arrivo di Gabriel e Kelava rende la volata per difendere i pali iper-affollata, considerata la presenza in rosa pure di Dossena. Il ritorno di Mbakogu ha il sapore, per il futuro, di una ricca plusvalenza.VOTO 7

Catania (ds Bonanno): via gli scontenti e demotivati Bergessio e Lodi, dentro al loro posto elementi del calibro di Rosina e Calaiò. Nel cambio i rossazzurri non ci hanno perso. Inoltre gli arrivi di Sauro, Jankovic e Calello rendono la compagine di mister Pellegrino la principale candidata alla promozione. Il purgatorio cadetto per Pulvirenti potrebbe durare appena un anno... VOTO 7

Cittadella (dg Marchetti): come al solito i granata hanno puntato su un manipolo di calciatori giovani desiderosi di affermarsi e su ragazzi provenienti dalle categorie inferiori, motivati nel riconquistare da protagonisti il palcoscenico della cadetteria. Sgrigna è una certezza; mentre Gerardi punta a rilanciarsi dopo un biennio in chiaroscuro a Reggio Calabria. Palma e Barreca rapprsentano la meglio gioventù. VOTO 6

Crotone (ds Ursino): i pitagorici  confermano il fiuto per la linea verde. Ursino si accapara un manipolo di giovani speranze, sfruttando gli ottimi rapporti con Parma, Napoli e Milan. Oduamadi è in rampa di lancio e pronto ad esplodere; mentre i ritorni di Ciano e Maiello rappresentano i classici rinforzi all'innesta dell'usato sicuro. VOTO 6,5

Entella (ds Superbi): i liguri hanno mixato elementi emergenti dalle categorie inferiori come Costa Ferreira e Valagussa a elementi molto esperti ed affidabili per la categoria. Pelizzoli e Sansovini rappresentano autentiche certezze assolute in B. Davanti occhio al confermato Moreo, in rampa di lancio dopo la promozione dell'annata scorsa. VOTO 6,5

Frosinone (ds Gianniti): è mancato il botto finale in mezzo al campo per un completare la positiva campagna di rafforzamento. Dietro Schiavi rappresenta un baluardo affidabile; mentre davanti Masucci e Dionisi conferiscono qualità e brillantezza ad un reparto che rimane imperniato su Ciofani. VOTO 6

Lanciano (ds Leone): senza strafare il diesse Leone è riuscito, come tutti gli anni, a mettere insieme una rosa interessante. Cerri è da tenere d'occhio e ha potenzialità da craque. Bacinovic rappresenta un innesto di assoluto valore per la mediana. Davanti valido anche l'apporto del baby-milanista Pinato. VOTO 7

Latina (ds Facci): campagna acquisti pirotecnica quella dei pontini, capaci di accaparrarsi elementi del calibro di Di Gennaro, Angelo, Valiani, Pettinari, Viviani, Petagna e Sforzini. Ovvero quanto di meglio offriva il panorama cadetto sul mercato. L'obiettivo è la promozione: Beretta deve pilotare una corazzata... VOTO 8

Livorno (ds Signorelli): con il no di Spinelli alla cessione di Siligardi all'Hellas Verona l'attacco è diventato atomico. Gli arrivi di Cutolo e Jefferson sono operazioni di alto livello, senza dimenticare il ritorno in amaranto di un cecchino come Galabinov. In difesa serviva qualcosa in più... VOTO 6,5

Modena (ds Taibi): gli emiliani hanno perso autentici punti di forza come Babacar, Molina e Rizzo, ma sono riusciti a trattenere la saracinesca Pinsoglio. Beltrame e Schiavone cercano l'anno della definitiva esplosione; mentre Rubin e Osuji puntano a rilanciarsi.VOTO 6

Perugia (ds Goretti): in Umbria sono stati messi a segno colpi da urlo. Giovani dal futuro assicurato e splendente come Fazzi, Perea, Provedel e Goldaniga e Vinicius sommati a certezze assolute come Verre, Fossati e Falcinelli. Taddei può essere il giusto leader di una truppa affamata e vogliosa di stupire. VOTO 8

Pescara (ds Pavone): l'ultimo giorno gli abruzzesi si assicurano un poker d'assi caratterizzato da Memushaj-Salamon-Guana e Pasquato. In precedenza erano stati ingaggiati calciatori di categoria come Grillo, Pucino e Melchiorri. Fra i pali c'e abbondanza con Fiorillo e Arrsti. VOTO 6,5

Pro Vercelli (ds Varini): Di Roberto e Ragatzu innalzano notevolmente il tasso tecnico del reparto offensivo. Coly è una certezza dietro; mentre Ronaldo e Milesi hanno voglia di stupire e sorprendere. In attacco occhio a Giacomo Beretta. VOTO  6,5

Spezia (ds Angelozzi): tante scommesse come Chichizola e Piccolo insieme a elementi ambiti come Ardemagni e Gagliardini. Chissà che effetti avrá l'ennesima rivoluzione dirigenziale e tecnica della gestione Volpi. VOTO 6

Ternana (ds Cozzella): Vitale ed Eramo sono un po' pochino per cancellare le cessioni illustri di Zito e Antenucci. Diop può essere una scommessa vincente. I rifiuti di Revelliere e Sampirsi lasciano la corsia destra scoperta. VOTO 5

Trapani (ds Faggiano): nonostante l'assenza del principale uomo-mercato granata l'ultimo giorno di trattative a Milano, le operazioni sono state in porto e in largo anticipo. Marcone e Gomis si giocheranno una maglia fra i pali; mentre Falco e Aramu hanno classe da vendere. Mezzo punto in più per aver trattenuto, seppur controvoglia, bomber Mancosu. VOTO 6,5

Varese (ds Ambrosetti): il budget non è elevato, eppure il giovane dirigente porta a casa eleementi di assoluto livello. Rivas e Capezzi last minute completano il centrocampo. Dietro difesa blindata con Borghese. Tamas e Perucchini possono esplodere a Masnago. VOTO 6,5

Vicenza (ds Cristallini): difficile esprimere un giudizio netto, ma l'avvio è stato buono con elementi affidabili come Sciacca e Alhassan e un giovane di cui si dice un gran bene in prospettiva futura come Pol Garcia Tena. In attesa del completamento delle grandi manovre... VOTO  SV (per ora)